W.J. Schnell – 30 Anni uno schiavo dei TdG

W.J. Schnell – 30 Anni uno schiavo dei TdG
Un giovane ben vestito, che porta una borsa di libri, picchia alla porta di una serie di case. La porta viene aperta dalla casalinga, egli  si  presenta  cortesemente con  le  parole:

“Io rappresento la TORRE di GUARDIA. Vengo per predicare la novella del Regno. Ho un libro che vorrei farle vedere. Si può ottenerlo per Lit. 650″: La casalinga pone alcune domande e sente risposte affascinanti circa un Regno futuro ed uno scampare dalla più grande guerra di ogni tempo. Essa si ritiene quale simpatizzante religiosa, d’altra parte sa che potrà sbarazzarsi dello straniero al più presto acquistando il libro. E lo fa. Già con l’acquisto di un libro essa diventa canditata e membro di un gruppo religioso che nel mondo si accresce più rapidamente: “i TESTIMONI di GEOVA”.

Si può osservare come questi zelanti Testimoni vendono libri oppure offrono le loro stampe “SVEGLIATEVI” e “TORRE di GUARDIA” negli angoli delle strade o si recano nelle numerose assemblee nella loro “Sala del  Regno”. I loro sorprendenti rapporti circa la vendita dimostrano che molti individui che si considerano cristiani, acquistano questa litteratura e su questa facile via cominciano a diventare dei Testimoni di Geova . . .

Io ero uno di questi. Credevo nel Signore Gesù Cristo. Mi associai a questo movimento nella mia gioventù, lavorando e studiando il modo di divulgarlo. Così a poco a poco mi convinsi che il mio servizio assiduo per la Società veniva a sostituire la mia comunione con Cristo. Troppo tardi scopri che ero diventato un “Robot” sottomesso all’autorità di un mostro organizzato, e cioè della Società della “Torre di Guardia”, che si era già proclamata “Organizzazione di DIO” per introdurre la Nuova Società Mondiale”.

Dopo trenta anni di schiavitù spirituale e religiosa sotto i signori della Società, adempio ora la mia promessa che feci a DIO, allorché la studiai più a fondo, e cioè di smascherare questo movimento che pretende di essere cristiano e che invece:

§…rinnega tutte le religioni cristiane quale organizzazione diabolica.

§… si riferisce a Cristo quale suo Salvatore, mentre mentre essa aizza alla lotta ed all’uso di metodi brutali pur di ottenere il suo scopo.

§… lotta senza tregua e ad alta voce per la propria libertà religiosa, mentre essa domina tirannicamente le azioni, anzi perfino i pensieri dei suoi membri.

§ … si riferisce a Cristo quale il suo salvatore, mentre nega ch’Egli sia DIO onnipotente e che salva tutti quelli che credono in Lui, a vita eterna.

§ … eloquentemente cita la Bibbia, parlando presuntuosamente dei significati greci nei testi originali biblici, mentre la sua conoscenza biblica è limitata — per una gran parte dei Testimoni di Geova, basandosi sui libri di studio che vengono pubblicati dalla Torre di Guardia e nell’imparare a memoria le parole greche, che sono stampate in margine alla loro speciale Bibbia Diaglotta incomprensibile, e la loro “traduzione del nuovo mondo”. Dinanzi a DIO garantisco per la verità di queste affermazioni, come le ho io stesso sperimentate.


I membri dirigenti dei Testimoni di Geova nei loro impressionanti uffici centrali della Società della Torre di Guardia al 124 Columbia Heights a New York potranno dire che non mi hanno mai conosciuto, o ch’io sono uno scaduto dalla grazia. Ma non possono cancellare le realtà della loro storia che ho io stessi aiutato a promuovere in qualche modo.

Io nacqui a Jersey City U.S.A. nel 1905. All’età di nove anni i miei genitori mi portarono nel loro paese nativo, la Germania, per visitare dei parenti. Prima che potessimo ritornare, scoppiò la prima guerra mondiale. Mio padre, che non aveva ancora la nazionalità americana, fu chiamato al servizio militare tedesco. La guerra infuriava non lontano dalla nostra patria nelle vicinanze della frontiera russa. Per molto tempo non sentimmo nulla di mio padre. Ma egli sopravvisse alla guerra. Il nostro territorio venne, dopo la guerra, ceduto alla Polonia, e a noi non fu permesso sino al 1921 di abbandonare il territorio. Poi ci stabilimmo, con altri rifugiati, a Berlino.

Io ero allora sedicenne. Due anni prima avevo accettato Cristo quale mio Salvatore, ed io credo ch’Egli allora venne veramente nel mio cuore. Con altri della mia famiglia ero in pieno processo spirituale, allorché venni visitato da un uomo che vendeva libri sullo studio biblico. Egli si chiamava “studioso biblico”. Leggemmo i libri. Poi visitammo la classe degli studiosi del posto, collegandoci subito con loro.

Oltre ad approfondire lo studio biblico, andavamo di casa in casa e parlavamo alla gente di Cristo. Io so di 17 persone che confessarono ch’esse credevano a Cristo in seguito alla mia testimonianza. A quell’epoca io non sapevo né degl’insegnamenti disonoranti Cristo di Charles T. Russel, il fondatore americano degli Studiosi biblici né della crescente potenza del suo Successore a Broocklyn, Giudice Giuseppe Franklin Rutherford.

Rutherford aveva un concetto mondiale per la Bibbia della Torre di Guardia e della Società dei trattati. Egli credeva di poter raggiungere il suo scopo con le entrate e l’influenza delle stampe e libri della Società. I venditori, membri ubbidienti, non venivano pagati per il loro lavoro, e una gran parted’essi davano generalmente il ricavo alla Società. Io stesso vendetti, dopo le mie ore di scuola a Berlino, durante la settimana, migliaia di esemplari di libri con titoli affascinanti come: “Milioni di persone oggi viventi non morranno mai”.

Allora che avevo compiuto appena i 19 anni, fui chiamato nell’ufficio centrale tedesco a Magdeburg, perchè ero un venditore di successo. La forza attrattiva dei piani di propaganda, la partecipazione alla vendita ed una nuova Società mondiale mi assorbivano. Trascurai lo studio biblico e la preghiera, e quando la succursale tedesca mi mandò ad ammonire i gruppi locali di onorevoli anziani, i quali in modo crescente si opponevano ai comandi di Brooklyn, ubbidii, e ne provavo pochi rimorsi di coscienza.
Al principio del 1920 La Società della Torre di Guardia comperò una stamperia che le permise di pubblicare un’ondata di stampe e libri. Questo suo materiale che viene venduto al pubblico e serve allo studio dei Testimoni, era il mezzo principale per lo studio e la propaganda dell’organizzazione. Ogni nuovo piano di pubblicità, il quale alludeva a qualche passo della Sacra Scrittura, compariva in queste pubblicazioni, per venir eseguito dai fedeli membri. Così si prosegue ancora oggi.

Il controllo crescente da Brooklyn che si esprimeva a mezzo di rapporti periodici, tabelle comprovanti i progressi delle vendite ed impiegati dispotici, mi ripugnò finalmente a tal punto che nel 1927 tornai in America, per essere libero. Riuscii a restare 6 anni lontano dal movimento. Ma mio padre e gli altri miei parenti che vennero pure in America, erano membri attivi. Essi e i capi della Società insistettero che io ritornassi. Finalmente lo feci. Diventai pioniere della vendita di libri in Georgia, New York, New Jersey e Ohio. Quale compenso per il mio successo di vendita e la costruzione dei locali equipaggi di testimoni, fui, nel 1937, invitato dal Giudice Rutherford personalmente, a lavorare nell’ufficio centrale. Questo era organizzato come a Magdeburg, perfino per quello che concerne il sistema di spionaggio, che fu introdotto onde denunziare collaboratori che non corrispondevano alla mentalità dell’organizzazione. Già dopo un breve soggiorno colà chiesi costantemente che mi dessero un’altro servizio. Tanto in Germania che in America, osservai il passaggio a poco a poco, del controllo dai locali gruppi di studio ai membri dell’ufficio centrale. Prima s’introdussero i rapporti scritti del lavoro compiuto, poi si sostituirono gli anziani locali prescelti con dei dirigenti di servizio dell’ufficio centrale. Le lezioni bibliche domenicali cedevano il posto al periodico della Torre di Guardia. Nel 1938 la Società chiese ad ogni gruppo dei Testimoni di Geova di accettare tutte le future istruzioni e prescrizioni della Società. Con ciò scomparve l’ultima scintilla di comunione personale con Cristo. La nuova pretesa era l’ubbidienza assoluta di fronte alla teocrazia ed ai suoi grandiosi piani di costruire la “Nuova Società Mondiale”.

Questa Società Mondiale è l’organizzazione del Re Gesù Cristo, il quale, com’essi pretendono, nel 1914 iniziò, per mezzo loro, a  regnare. Tutti  quelli  che  si  uniranno ai  Testimoni di Geova sfuggiranno alla morte nella prossima battaglia di Hermagedon e vivranno pacificamente nel regno dei mille anni. L’inseqnamento dei Testimoni pretende che solo 144 000 dei fedeli andranno in cielo, per regnare sulla creazione. Di questi ne vivrebbero oggi ancora 20 000. Per cui tuttavia 680 000 dei 700 000 membri attualmente battezzati debbono essere contenti di poter essere servi in questa terra dei loro celesti superiori della Società Mondiale.

L’insegnamento sta in contraddizione con GIOVANNI 14,3 molti altri passi biblici. I Testimoni di Geova stanno pure in contraddizione con la dottrina della Trinità, dell’inferno quale luogo per la punizione dei peccati, con la fede in Cristo, in Base alla garanzia della vita eterna. Mentre essi disprezzano in modo goffo la fede storica cristiana, pretendono che i loro strani insegnamenti abbiano come base la  Bibbia.
Alcune persone vengono attratte dalle dottrine dei Testimoni di Geova, ma molti vengono furbescamente trascinati nell’organizzazione prima ancora ch’essi abbiano conosciuto la loro fantastica concezione sulla Sacra Scrittura e le loro abitudini. La furberia diabolica mi fa pensare alla tattica del lavaggio dei cervelli degli stati totalitari. Descriverò ora com’essi lavorano e le pratiche che io stesso dovetti fare.

PRIMO PASSO: un libro o periodico da introdurre in mani o abitazioni nuove. Una gran parte di persone, anche cristiani di confessione, conoscono la loro Bibbia troppo superficialmente, per venir preoccupati dalle strane dottrine della Società.

SECONDO PASSO: Incoraggiamento nel leggere e studiare le pubblicazioni della Società a mezzo di una seconda visita. Per mezzo di queste visite si mira a stimolare l’appetito dei candidati con allusioni drammatiche circa avvenimenti mondiali, discorsi compassionevoli su problemi personali, promessa fiduciosa di liberazione a mezzo della fede nel Regno.

TERZO PASSO: Consenso a ricevere uno studio biblico in casa, uno studio settimanale di pubblicazioni della Società, non della Bibbia, da qualche Testimonio di Geova. Questo materiale di lettura riempie lo spirito del candidato con la lora “Fraseologia” e le sue dottrine, finch’egli giunge a pensare e parlare come i teocratici “ultra oratori” dell’ufficio principale.

QUARTO PASSO: Contatto con un servizio centrale di predica, un’ora settimanale di scuola e d’istruzione per un gruppo di candidati interessati. Qui un rappresentante della Società dirige uno studio di domande e risposte da un libro della Società. I membri consultano i versi biblici scelti e li leggono, onde provarne la dottrina. Natale e Pasqua venqono smascherati quale usanze pagane dell’organizzazione del diavolo, che verranno distrutti a Harmagedon.

Il dispetto dei candidati nel mondo viene interpretato quale naturale sospiro del loro spirito nell’attesa del Regno. Si spiega loro che in ciò essi realizzano le Scritture.

QUINTO PASSO: Visita dello Studio della Torre di Guardia nella sala del Regno la domenica. Qui la dottrina dei Testimoni di Geova viene approfondita dalla Torre di Guardia che viene pubblicata ogni 15 giorni e nella quale delle domande stampate segnalono al lettore il passo preciso dell’articolo che dà la risposta, in complesso : un sillabario scolastico. I direttori esprimo la lora speranza che il candidato entrerà nel Regno quando avrà fatto il sesto passo.

SESTO PASSO: frequenza fedele delle riunioni di servizio, della scuola di servizio della predica, per le visite a casa, vendita di libri e periodici ed invio di precisi rapporti all’ufficio centrale circa il lavoro fatto per il Regno. Se il candidato metterà in pratica fedelmente l’istruzione avuta, egli sarà pronto per l’ultimo passo.

SETTIMO PASSO: ricevere il battesimo d’acqua che dimostra l’entrata nella “Organizzazione di DIO”. Si viene allora nominato proclamatore ufficiale del Regno, si diventa un servitore della “buona novella del Regno”. Egli è ora certo nel Regno se egli resta fedele agli ordini della Società. Coloro che in modo speciale sono attivi o fedeli, possono venir avanzati al grado del “servo del circolo della Società”, o invitati a lavorare nell’ufficio centrale.
Il successo di questo “piano dei sette” dà da pensare, a causa dell’enorme vendita di stampe dei “Testimoni” che dev’essere fatta dai fedeli lavoranti. Il rapporto annuo del 1957 riferisce della diffusione di più di 55 millioni di esemplari di periodici in 162 paesi in un anno solo.

Nel 1941 cominciai la mia vendita personale di libri di “aiuto biblico per Testimoni”. Ebbi bisogno di questa entrata particolare, ed avevo incominciato a leggere la Bibbia, senza leggere la interpretazione della Torre di Guardia. L’ufficio centrale non vide volentieri la mia indipendenza, ed usò l’espressione della sua disapprovazione, poi di un boicottaggio locale, sorveglianza severa, minacce insistenti, e finalmente nel 1951 il ritiro del mio posto di Pioniere.

Sperimentai che il mio spirito ed i miei sentimenti erano tanto immedesimati con i piani e le speranze del Regno, che la maledizione della Società minacciava di uccidermi. Soffrii di un attacco cardiaco, cercai conforto bevendo e perdetti quasi la ragione.

Però nella mia tremenda disperazione io pregai nel 1952 durante una notte intera. Confessai a DIO i miei peccati, supplicandolo di perdonarmi per essermi abbandonato a quel sistema organizzato. Mi alzai di mattino dalla preghiera e seppi che DIO mi aveva dato la vittoria.

Nel 1953, trenta anni dopo che avevo dato la mia volontà alla Società, scrissi la mia prima lettera che doveva rivelare questa sorprendente dittatura. L’unica via per sfuggire, dissi ad altre anime schiave, consiste nell’allontanare la letteratura avvelenata dei Testimoni, rivolgendosi direttamente alla Bibbia, e pregare GESÙ CRISTO per una liberazione totale e la certezza della salvezza.


Tu che non hai ancora seguito nell’ubbidienza le norme della Torre di Guardia, vorrei ammonire! Ogni acquisto di un libro, ed ogni ora di studio della letteratura dei Testimoni è parte di una potente catena che allaccia l’anima tua e che ti lega ad un padrone, la Torre di Guardia. Ti prego di tutto cuore: possa la mia nefasta esperienza con i Testimoni, servirti di ammonimento!



0 Commenti | Letto 2.252 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (1 voti finora, media di: 5,00 su 5)
Caricamento ... Caricamento ...