Giovanni racconta la sua storia…

A 13 anni incontrai un gruppo di amici!
Hascisc, birra e roba forte mi diedero alla testa.
Spesso prendevo qualcuno a botte, avevo delle liti violente.
Dopo, sempre la stessa storia: denunce, cause in tribunale, carcere per minorenni, prigione- a volte una semplice multa. Tutto ciò non mi aiutava.


Al contrario, rubavo e dove passavo io i centri commerciali non erano più sicuri.
Poi ebbi un incidente terribile. Con degli amici non riuscimmo a prendere bene la curva. Uno scontro tremendo contro un  palo telegrafico. Uno di noi morì. Rimasi scioccato. Dopo il ricovero in ospedale trovai qualche lavoretto qua e là. Poi mi venne la splendida idea di suonare in una band. Ben presto, partecipando alle feste rese allegre per l’abbondanza di alcol, diventai un alcolista. Per molto tempo fui legato da quelle catene, era catastrofico! Poi mi chiamarono per il servizio militare.


Anche lì, il mio compagno segreto era l’alcol e più tardi la droga!!!
Ero così distrutto che non riuscivo nemmeno più a sillabare il mio nome. A 26 anni ero arrivato alla fine. Gonfiato dall’alcol pesavo100kg.


Poi il delirio…orribili crisi di astinenza.


Era l’inferno.


In quel periodo tremendo qualcuno mi parlò di Gesù. Nel profondo, dentro di me, sentivo che quella gente aveva ragione, parlandomi  di Gesù e continuando ad affermare che egli mi amava. Le loro parole colpirono il mio cuore come frecce. Pian piano cominciai ad avere fiducia, fino al punto che riuscii a raccontare tutta la mia storia.


Riconobbi che la mia vita era piena di peccato. Mi resi conto della mia colpa e delle catene che mi legavano ai miei vizi e chiesi perdono a Gesù.Ormai avevo preso una decisione: se la mia vita doveva  avere un senso, allora Gesù la doveva guidare completamente.


Fu così: egli mi prese, mi tirò fuori da quei legami immediatamente! I miei sensi di colpa scomparvero quasi subito. Gioia e luce cominciarono a riempire la mia vita. La potenza dell’amore di Dio mi aveva rinnovato completamente.
E adesso?

Sono felicemente sposato. Ho tre figli. Guardo al futuro con coraggio, perché Gesù guida la mia vita.

Giovanni

Testimonianza tratta dall’opuscolo “Gesù nostra unica speranza



0 Commenti | Letto 935 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...