Un solo sguardo

Un solo sguardo

Il Signore disse a Mosè: “Fòrgiati un serpente velenoso e mettilo sopra un’asta: chiunque sarà morso, se lo guarderà, resterà in vita”.

Numeri 21:8

(Gesù ha detto:) “Come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell’uomo sia innalzato, affinché chiunque crede in Lui abbia vita eterna”.

Giovanni 3:14-15




Leggere Numeri 21:4-9

Durante il viaggio nel deserto, il popolo di Israele si è trovato alle prese con dei serpenti velenosi; per chi era morsicato, non c’era scampo. Ma Dio ha fornito un rimedio per la salvezza: un serpente di rame, fissato a un’asta e messo in alto ben visibile a tutti. Chi era morsicato doveva soltanto lanciare uno sguardo a quel serpente di rame per essere guarito.

Cosa ci insegna questo racconto? Possiamo paragonare il peccato al morso del serpente; esso porta alla morte eterna perché “il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23).

Ma c’è un rimedio: il Signore Gesù morto in croce. È solo una questione di fede nella promessa di Dio.

Uno sguardo verso Gesù innalzato sulla croce è sufficiente a guarire il terribile morso del peccato; chi crede in Lui è salvato dal giusto giudizio di Dio; ha la vita eterna.

Cosa chiedeva Dio al povero Israelita morso dal serpente? Di eseguire qualche rito davanti al serpente di rame? Credere che avesse un potere magico? O doveva fare uno sforzo personale per la sua guarigione? Niente di tutto questo! Quando prendeva coscienza di essere stato morso, il rimedio era alla sua portata: un solo sguardo fidando sulla parola di Dio!

E tu, pensi che Dio ti chieda di fare degli sforzi per meritarti la salvezza?Devi compiere un pellegrinaggio o infliggerti delle sofferenze fisiche in segno di penitenza, per ottenere il Suo perdono?

Anche se tu avessi la forza di fare il giro del mondo sulle ginocchia, Dio non potrebbe per questo perdonarti un solo peccato; ma un solo sguardo verso la croce di Gesù è sufficiente.

Quando uno si riconosce peccatore, ecco il rimedio: “Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato” (Atti 16:31).

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 15 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...