La liberazione è per quelli che credono

“Il Vangelo è la potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede”.
Romani 1:16

“Chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati”.
Atti 10:43

Su questa terra, Gesù parlava alle folle, che lo seguivano per vedere i suoi miracoli, senza lasciarsi scoraggiare dalla fatica, l’opposizione o l’incredulità.
Vedendo i bisogni e la miseria, era “mosso a compassione” per tutti e per ognuno, individualmente.

Attraversò la Samaria per incontrare una donna immorale (Giovanni 4:7); andò alla vasca di Betesda per incontrarvi un uomo infermo da oltre trentotto anni (Giovanni 5:5); uscì dal tempio per avvicinarsi a un cieco (Giovanni 9:1).

A tutti il Signore portava la liberazione e la guarigione, ma bisognava che ognuno lo ricevesse personalmente, credendo a ciò che Lui diceva.

La Samaritana aveva detto: “Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto; non potrebbe essere lui il Cristo?” (Giovanni 4:29). Il paralitico di Betesda non esitò ad ubbidire quando Gesù gli disse: “Prendi il tuo lettuccio, e cammina” (Giovanni 5:8).

Il cieco  si era messo presto in cammino quando Gesù, dopo avergli messo del fango sugli occhi, gli aveva ordinato: “Va’, lavati nella vasca di Siloe” (Giovanni 9:7). E ognuno di loro fu liberato dalla miseria e dalla sua menomazione.

Nessuno di quelli che hanno accettato la sua parola è tornato a vuoto; ma quanti, invece, l’hanno udito senza trarne profitto!

Ancora oggi il Signore si rivolge a ognuno di noi e ci offre il perdono dei peccati, la pace con Dio.

E’ un dono gratuito, ma per riceverlo occorre accettarlo personalmente, in modo da poter dire come l’apostolo Paolo: “Il Figlio di Dio mi ha amato e ha dato sè stesso per me” (Galati 2:20).



0 Commenti | Letto 1.527 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...