La convinzione di essere salvati

“Vi ho scritto queste cose perché sappiate che avete la vita eterna, voi che credete nel nome del Figlio di Dio”.
1 Giovanni 5:13

“A tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome”.
Giovanni 1:12

Alcuni credenti si pongono così tante domande sul loro stato spirituale che perdono la convinzione di essere salvati. Avrò capito bene il messaggio dell’Evangelo? Ho creduto veramente a ciò a cui bisogna credere per essere salvati? I peccati commessi prima della mia conversione sono perdonati, ma quelli che commetto adesso lo sono? Tutte queste domande e molte altre turbano la loro anima e tolgono loro pace.

A chiunque fosse così tormentato vogliamo dire questo: è vero che, quanto a voi stessi, siete, come ogni essere umano, una creatura perduta, indegna, ma Dio ha mostrato il suo amore verso di voi mandando suo Figlio per portare sulla croce la vostra colpevolezza.

Gettatevi dunque nell’oceano di questo amore infinito nel quale nessuno può affondare. Tutto è stato computo, il debito è pagato, satana è stato messo a tacere, tutti i vostri peccati sono espiati. Le esigenze della giustizia divina sono state soddisfatte. Che cosa volete di più? Sareste voi più esigenti di Dio stesso? Vorreste ridurre il valore del sacrificio di Cristo? Certamente no!

Allora, lasciamo che Dio dissipi con i raggi del suo amore le nubi che oscurano il nostro spirito; e ci riempia di gioia e di fiducia! Ma non dimentichiamo che, ora che gli apparteniamo, dobbiamo vivere in modo degno di Lui, onorandolo ogni giorno con la nostra condotta.

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.308 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...