L’incarnazione di Cristo

L’incarnazione di Cristo
Senza dubbio, grande è il mistero della
pietà: Colui che è stato manifestato in
carne.., è apparso agli angeli, è stato
predicato fra le nazioni, è stato credu-
to nel mondo, è stato elevato in gloria.
1 Timoteo 3:16
(Gesù) fu crocifisso per la sua debolez-
za; ma vive per la potenza di Dio.
2 Corinzj 13:4
L’incarnazione di Cristo
11 grande mistero dell’incarnazione — Dio diven-
tato uomo nella persona di suo Figlio Gesti Cri-
sto— attira anche lo sguardo degli angeli (verset

“Senza dubbio, grande è il mistero della pietà: Colui che è stato manifestato in carne.., è apparso agli angeli, è stato predicato fra le nazioni, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria”.

1 Timoteo 3:16

(Gesù) “fu crocifisso per la sua debolezza; ma vive per la potenza di Dio”.

2 Corinzi 13:4

Il grande mistero dell’incarnazione — Dio diventato uomo nella persona di suo Figlio Gesù Cristo— attira anche lo sguardo degli angeli (versetto citato). Volsero il loro sguardo verso la terra e in Lui videro la divinità onnipotente unita a un’umanità perfetta, totalmente dipendente da Dio.

Colui che ha creato i cieli e la terra e tutto ciò che essi contengono, è quel bambino coricato in una mangiatoia! Il suo amore per l’uomo peccatore lo ha spinto a prendere forma umana, ma senza peccato.

Inoltre, Gesù, il principe della vita, ha accettato volontariamente di passare per la morte; ha lasciato la sua vita per gli uomini affinché potessero essere liberati dalle conseguenze del peccato e della morte.

E’ forse sorprendente che tali cose siano state oggetto dell’amimrazione degli angeli? Ciò che è incredibile piuttosto, è l’indifferenza degli uomini di fronte a tali realtà. Essi danno solo uno sguardo distratto sia a quella mangiatoia sia alla croce del Golgota, e limitano il loro interesse a questo mondo, nella speranza di ricavarne ricchezza, disprezzando le ricchezze incomparabili di Cristo. Che follia!

Dio avverte: “Che giova all’uomo se guadagna tutto il mondo e perde l’anima sua?” (Marco 8:36)

Caro lettore fermati e ascolta! E’ per te che Gesù e sceso dal cielo e per te che ha sofferto il supplizio della croce. Egli ha subito al tuo posto il giudizio che i tuoi peccati meritavano.

Come puoi essere indifferente di fronte a tanto amore??

Sarebbe un’ingiuria fatta a Dio che ha dato suo Figlio per te; sarebbe mandare la tua anima alla perdizione eterna.

tratto da “il buon seme”


1 Commenti | Letto 2.490 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...