Incoerenza

Incoerenza

Molte persone trascorrono la loro vita senza preoccuparsi di Dio, negando perfino la Sua esistenza. Ma ciò che è incredibile è che, nonostante questo, prevedono la possibilità di entrare nel cielo dopo la morte perché “non hanno fatto del male a nessuno”. È una grande illusione. Il cielo è la dimora, “il trono di Dio” (Matteo 5:34); ma come immaginare di poter entrare nel cielo davanti a un Dio che si è ignorato per tutta la vita?

L’uomo è sovente incoerente, ma Dio non lo è. Certo, Dio è “nostro Salvatore il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati” (1 Timoteo 2:3-4), ma se oggi non siete d’accordo con Lui, sarete lontano da Lui per sempre.

Per accedere al cielo occorre essere in relazione con Colui che lo abita, conoscerlo personalmente, e questa conoscenza è data dalla fede in Gesù Cristo, Figlio di Dio. “Nessuno conosce il Padre, se non il Figlio, e colui al quale il Figlio voglia rivelarlo” (Matteo 11:27).

Gesù ce lo ha rivelato. Per questo ha accettato di lasciare per un momento la Sua condizione gloriosa nel cielo ed è venuto sulla terra. Al termine di una vita di sofferenze e di rifiuto, ha pagato il debito dei miei peccati.

Io ho creduto in Lui e Lui mi ha fatto entrare in una relazione di figlio col Padre Suo. Dio fa ora parte integrante della mia vita e io aspetto, con certezza, il giorno in cui mi accoglierà nella Sua casa.

Siamo coerenti! Se vogliamo vivere per sempre con Dio nel cielo, impariamo fin da ora a conoscerlo come Salvatore per mezzo di Gesù Cristo, il Figlio Suo!

“Questa è la vita eterna: che conoscano Te, il solo vero Dio, e Colui che Tu hai mandato, Gesù Cristo”.
Giovanni 17:3

tratto da il buon seme



0 Commenti | Letto 74 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...