Gesù Cristo: Dio tra gli uomini

“Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio”.

Giovanni 20:31

“Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori”.
1 Timoteo 1:15

E’ nato circa 2000 anni fa, nella povertà: “ed ella diede alla luce il suo figlio primogenito, lo fasciò, e lo coricò in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo” (Luca 2:7).

E’ cresciuto ed è vissuto modestamente, senza avere ricchezze, e neppure una casa: “E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo»” (Luca 9:58).

Appena nato, fece tremare un re: “Udito questo, il re Erode fu turbato, e tutta Gerusalemme con lui” (Matteo 2:3).

Ancora bambino, stupì gli eruditi del suo tempo: “Tre giorni dopo lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri: li ascoltava e faceva loro delle domande; e tutti quelli che l’udivano, si stupivano del suo senno e delle sue risposte” (Luca 2:46-47).

Diventato uomo, comandò alle forze della natura che gli ubbidirono.

Aprì gli occhi a dei ciechi, risuscitò dei morti, fece molti miracoli riconosciuti persino da quelli che lo detestavano: “I capi dei sacerdoti e i farisei, quindi, riunirono il sinedrio e dicevano: Che facciamo? Perché quest’uomo fa molti segni miracolosi.” (Giovanni 11:47).

Non scrisse mai dei libri; però, quale biblioteca potrebbe contenere tutti i libri che sono stati scritti su di lui?

Non fondò mai una scuola; eppure, quelli che lo hanno ascoltato sono così numerosi che non riuscirebbero a stare nei banchi di tutte le scuole del mondo.

A trentatré anni, dopo aver fatto nient’altro che il bene dei suoi contemporanei, fu  tradito da un discepolo e rinnegato da un altro; e alla fine tutti lo lasciarono (Marco 14:41-68).

Il suo popolo chiese la sua morte, e il governatore romano la concesse pur sapendo che era innocente: “E Pilato a loro: «Che farò dunque di Gesù detto Cristo?» Tutti risposero: «Sia crocifisso». Ma egli riprese: «Che male ha fatto?» Ma quelli sempre più gridavano: «Sia crocifisso!» Pilato, vedendo che non otteneva nulla, ma che si sollevava un tumulto, prese dell’acqua e si lavò le mani in presenza della folla, dicendo: «Io sono innocente del sangue di questo giusto; pensateci voi». E tutto il popolo rispose: «Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli». Allora egli liberò loro Barabba; e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso” (Matteo 27:22-26).

Ma Egli sacrificava la sua vita per noi colpevoli.


La tomba non ha potuto trattenerlo. E risuscitato, e il cielo si è aperto per riceverlo: “Egli non è qui, ma è risuscitato; … Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato su nel cielo” (Luca 24:6,51).

Dio Padre lo ha stabilito giudice dei vivi e dei morti: “E ci ha comandato di annunziare al popolo e di testimoniare che egli è colui che è stato da Dio costituito giudice dei vivi e dei morti” (Atti 10:42).

Oggi ancora, Gesù Cristo si presenta a ciascuno come il Salvatore di chiunque mette in Lui la propria fiducia.

Sei tu tra questi?

tratto da il buon “seme”



0 Commenti | Letto 1.349 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...