E’ grave, dottore?

E’ grave, dottore?

“Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava, erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato; ma noi lo ritenevamo colpito, percosso da Dio e umiliato! Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni, stroncato a causa delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di lui e mediante le sue lividure noi siamo stati guariti.” (Isaia 53:4-5)

A nessuno piace ammalarsi, e coloro che sanno di essere affetti da una malattia che può portare alla morte, hanno ben motivo di essere inquieti. Alcuni si sforzano di essere ottimisti per non pensarci, ma nessuno prenderebbe alla leggera la diagnosi se sapesse che esiste un rimedio veramente efficace per il suo male.

La Bibbia ci dice che siamo tutti malati per aver disobbedito a Dio: “tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23); e che la nostra malattia, il peccato, è mortale: “…perché il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23).

Non è una buona notizia, ma che lo vogliamo o no, che lo riconosciamo o no, siamo tutti sotto il peso di una terribile condanna. Dobbiamo allora, come il pesce preso all’amo, dimenarci per salvarci la vita? Tutti i nostri sforzi risulterebbero vani.

Perché negare l’evidenza e rifiutare l’avvertimento di Dio, che ha messo a nostra disposizione il rimedio per guarire la nostra malattia?

Egli ha dato Gesù Cristo il Salvatore, che si è caricato dei nostri peccati. E’ lui che ha accettato di essere punito al nostro posto ed ha confessato i nostri peccati come fossero i suoi.

Gesù Cristo è stato “fatto peccato per noi”, è stato condannato da Dio sostituendosi all’uomo colpevole e subendo come conseguenza la morte sulla croce.

“Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinché noi diventassimo giustizia di Dio in lui.” (2 Corinzi 5:21)

Gesù però non è solo morto, ma è anche risuscitato. Per chi crede in Lui, la morte non ha più potere perché la sua colpa è scomparsa, per sempre.

Davanti al credente si apre un orizzonte di grazia perfetta e illimitata.

Caro lettore / cara lettrice,
hai tu confidato, con tutto il tuo cuore, in Gesù Cristo come tuo personale Salvatore?



0 Commenti | Letto 1.550 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...