Dio ti cerca

Dio è amore. Ama tutti gli uomini, ma visto che noi tutti, per natura, gli siamo avversi, il suo amore si esprime anzitutto come l’amore misericordioso di quel Padre che cerca un figlio fuggito via di casa.
Un credente ha lasciato questa testimonianza: “Per molti anni ho lottato per trovare Dio, per amarlo. Mi rendo conto ora che, durante tutto quel tempo, era Lui che cercava me e voleva rivelarmi il suo amore”.
Quando, riconoscendo le nostre colpe, mettiamo la nostra fiducia in Gesù Cristo, scopriamo che l’amore di Dio ci è vicino, ci accoglie. Ci aspetta senza stancarsi, senza interruzione. Possiamo aprirci a questo amore di Dio, senza timore di essere condannati. La porta non è mai chiusa per andare o ritornare a Dio, anche se siamo pieni di vergogna, confusi o disperati. Dio aspetta il nostro ritomo e si fa conoscere a chi viene da lui.
È un Padre che ci prende fra le braccia e celebra una festa (Luca 15:20). Lasciarsi raggiungere da un tale amore, abbandonarsi al Padre, è una scoperta fondamentale e una felicità sempre nuova.
Qual è l’ostacolo per ricevere l’amore di Dio? Anzitutto, l’incredulità: diffidare di Dio, mettere in dubbio il suo amore benevolo e perfettamente giusto. Oppure la pretesa di cavarcela da soli, contando sulle nostre forze e capacità. Allora l’amore di Dio non può raggiungerci, perché l’amore non è imposto con la forza. Oggi ci è ancora offerto, gratuitamente.
Hai tu accettato l’amore di Dio?
“Dio è amore. In questo si è manifestato per noi l’amore di Dio:
che Dio ha mandato il suo Figlio unigenito nel mondo, affinché, per mezzo di lui, vivessimo.
In questo è l’amore: non che noi abbiamo amato Dio, ma che egli ha amato noi, e ha mandato suo Figlio per essere il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati.”
1Giovanni 4:8-10


0 Commenti | Letto 2.407 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...