Certezze

Dubbi… Chi non ne ha mai avuti? Essi sopraggiungono quando gli occhi si staccano dal Signore e dalla Parola di Dio. L’apostolo Pietro ha creduto a Gesù sulla parola, quando gli ha detto: “Vieni” , ed ha avuto il coraggio di scendere dalla barca durante la tempesta. Ma le onde erano alte ed il vento soffiava forte. Per un istante ha staccato gli occhi dal suo Maestro e… ha iniziato ad affondare: “Signore, salvami!” (Matteo 14:30).

Subito la mano divina gli viene in soccorso e lo salva da quel pericolo: “Perché hai dubitato?” gli chiede Gesù. In fondo, camminare sul mare calmo non era più facile che sul mare mosso.

Dubitare significa non credere ciò che Dio dice, significa appoggiarsi sulle proprie opinioni piuttosto che sulle promesse di Dio. Significa lasciarsi guidare dai sentimenti personali e dalle proprio emozioni.

Sapete qual è l’esortazione che, sotto forme diverse, è ripetute più di cento volte nella Bibbia? E’ “Non temere”.

Gesù ha detto “Vi lascio la pace, vi do la mia pace… Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti”  (Giovanni 14:27).

Subito dopo la sua resurrezione si rivolge così ai suoi discepoli: “Pace a voi” (Giovanni 20:19,21).  Non si tratta di una generica forma di  saluto. No, Egli ha “fatto la pace mediante il sangue della sua croce” (Colossesi 1:20). “Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore” (Romani 5:1).

“Certa è quest’affermazione…:
che Cristo Gesù è venuto nel mondo per salvare i peccatori”
1 Timoteo 1:15
“Vi ho scritto queste cose perché sappiate che avete la vita eterna,
voi che credete nel nome del Figlio di Dio”
1 Giovanni 5:13

tratto da “il Buon seme”



0 Commenti | Letto 1.437 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...