Esodo

Esodo

AUTORE E PERSONAGGIO CENTRALE: Mosè. generalmente accettato.

ARGOMENTO PRINCIPALE: la storia d’Israele, dalla morte di Giuseppe alla costruzione del tabernacolo.

PAROLA CHIAVE: liberazione.

PANORAMICA: quattro periodi della storia d’Israele.

I. Il periodo della schiavitù.

1)  L’oppressione in Egitto (1:7-22).

2)  Gli avvenimenti riguardanti la prima parte della  vita di Mosè:
a) la sua nascita e adozione (2:1-10)
b) i suoi sforzi per aiutare i suoi fratelli (2:11-14)
c) la sua fuga a Madian (2:15)
d) il suo matrimonio (2:21) (periodo di quarant’anni, At 7:30).

II. II periodo della liberazione

a) La chiamata di Mosè presso il pruno ardente (3:1-10)
b) La sua missione divina e la sua preparazione (3:12-22; 4:1-9)
e) Le sue scuse (3:11; 4:10-13)
d) Aaronne, affiancato a Mosè per chiedere la liberazione d’Israele (4:27-31; 5:1-3)
e)  La schiavitù resa più pesante (5:5-23)
f)  Le istruzioni divine date a Mosè e ad Aaronne (capp. 6-7)
g) Il conflitto con Faraone e le dieci piaghe (capp. 7-11)
h) La Pasqua (cap. 12).

III. Il periodo della disciplina

a) L’esodo (12:31-51)
b) Le esperienze sul cammino verso il monte Sinai (capp. 13-18). Vd. i riferimenti che compaiono qui di seguito, con il titolo “modello”.

IV. Il periodo della legislazione e dell’organizzazione

a) L’arrivo al Sinai (19:1-2)
b) L’apparizione del Signore sulla montagna (cap. 19)
c) La promulgazione dei dieci comandamenti (cap. 20)
d) Le altre leggi (capp. 21-24)
e) Le direttive riguardanti la costruzione del tabernacolo (capp. 25-27)
f)  La designazione del Sommo Sacerdote (cap. 28)
g) L’adorazione del vitello d’oro (cap. 32)
h) La preparazione e la costruzione del tabernacolo (capp. 35-40).

IL PELLEGRINAGGIO DI ISRAELE, MODELLO DELLA VITA CRISTIANA, vd. 1 Co 10:1-11

La schiavitù in Egitto. Un modello della schiavitù del peccato.
Mosè, il liberatore
. Un modello di Cristo.
L’esodo. Un modello dell’abbandono della vita di peccato.
L’agnello pasquale. Un modello di Cristo, l’Agnello di Dio.
La persecuzione di Israele da parte di Faraone (14:8-9). Un modello delle forze del male che aggrediscono i credenti.
La separazione delle acque del mar Rosso (14:21). Un modello della rimozione degli ostacoli.
La colonna di nuvola e di fuoco (14:19-20). Un modello della presenza divina tra i credenti.
II cantico di Mosè (15:1-19). Un modello dei cantici di vittoria spirituale.
Una folla di persone diverse (12:38). Un modello delle persone mondane che si trovano all’interno della Chiesa.
Mara ed Elim (15:23-27). Un modello delle esperienze amare e dolci della vita spirituale.
Le pentole piene di carne (16:3). Un modello dei piaceri sensuali della vita passata.
La manna (16:4). Un modello di Cristo, il pane di vita.
L’acqua che sgorga dalla roccia (17:6). Un modello di Cristo, l’acqua viva (1 Co 10:4). ‘
Le mani di Mosè sostenute (17:12). Un modello della necessità di collaborazione tra i conduttori.

Nella struttura del tabernacolo, nei suoi utensili, nei suoi riti, nei paramenti dei sacerdoti, nell’arca del patto ecc., si trovano numerosi modelli di Cristo e della Chiesa.



0 Commenti | Letto 1.831 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...