Deuteronomio

Deuteronomio

NOME: deriva da due parole greche, deuteròs, che significa “secondo”, e nomòs, “legge”.

AUTORE: Mosè, generalmente accettato.

CONTESTO STORICO: la precedente generazione del popolo d’Israele era morta nel deserto; era dunque importante che la legge venisse presentata e ripetuta alla nuova generazione, prima del suo ingresso nella terra promessa.

CONTENUTO: una serie di discorsi e di esortazioni da parte di Mosè, nella pianura di Moab, prima della traversata del Giordano.

ARGOMENTO PRINCIPALE: una ripetizione delle leggi proclamate sul monte Sinai, con un appello all’ubbidienza, al quale si aggiunge un ricordo delle esperienze vissute dalla passata generazione.

PENSIERO PRINCIPALE: l’ubbidienza, esigenza divina.

PANORAMICA
1) Un ricordo della relazione che Dio ebbe in passato con Israele (capp. 1-4).
2) Una ripetizione del Decalogo cori particolare riferimento all’elezione di Israele, popolo chiamato ad essere separato e ad ubbidire ai comandamenti di Dio (capp. 5-11).
3)  Un codice di leggi che dovranno essere osservate dal popolo, durante la sua vita in Canaan (capp. 12-26).
4)  Le benedizioni conseguenti all’ubbidienza e le maledizioni della disubbidienza. La morte e la vita presentate al popolo (capp. 27-30).
5)  Le ultime parole di Mosè, il suo cantico, la sua benedizione, ecc. (capp. 31-33).
6)  Racconto dell’ultima visione e della morte di Mosè (cap. 34).

PAROLA CHIAVE: ricordati. Questa parola è ripetuta con frequenza nel libro.

Ricordati:
a) il dono della legge (4:9-10)
b) il patto (4:23)
c) la schiavitù del passato (5:15)
d) la grande liberazione (7:18)
e) la guida e la cura di Dio (8:2-6)
f)  i peccati del passato (9:?)
g) i giudizi divini (24:9) h) i giorni antichi (32:7).


PASSAGGI IMPORTANTI

a) il gran comandamento e l’importanza di ricordare della Parola di Dio (6:4-12)
b) la ricchezza delle risorse di Dio ed il pericolo di dimenticare e di cadere nell’idolatria (cap. 8)
c) le benedizioni legate all’ubbidienza e la maledizione del peccato (cap. 28).



0 Commenti | Letto 1.892 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...