Sono andato troppo lontano

(Dio dice:) “Io, io, sono colui che per amor di me stesso cancello le tue trasgressioni e non mi ricorderò più dei tuoi peccati”.
Isaia 43:25-26

“Il mio passato mi opprime… sono andato troppo lontano. Dio non può far altro che condannarmi. Tutto è perduto per me…”

Se questi pensieri ti tormentano, se ti senti scoraggiato, troppo colpevole, vorrei incoraggiarti a rivolgerti a Dio, così come sei. Per lui nessuno è troppo colpevole.

“Da questo… renderemo sicuri i nostri cuori davanti a lui: poiché, se il nostro cuore ci condanna, Dio è più grande del nostro cuore e conosce ogni cosa” (1 Giovanni 3:19-20).

Si, l’Evangelo annuncia che Dio perdona chi riconosce le proprie colpe. Non ci chiede nient’altro che di parlargli, per confessargli i nostri peccati. Allora Egli li cancella e ci dà una nuova speranza, una nuova ragione di vita; anzi, molto di più, ci dà una vita nuova!

Molte volte Dio, nella sua Parola, ci rivolge dei pensieri d’amore e di perdono. Ci ama malgrado i nostri peccati, e dà a chi crede una vita più potente della morte.

Il suo perdono è gratuito, perché ne ha pagato il prezzo il Suo Figlio, il Signore Gesù, quando è morto sulla croce per espiare le nostre colpe. La sua misericordia non contrasta con la sua giustizia perfetta.

Dio “è  giusto e giustifica colui che ha fede in Gesù” (Romani 3:26).

Allora, se giudichi te stesso, se hai la coscienza di  aver peccato, vieni a Gesù. Egli ti aspetta.
Ha pagato per te e per me.

tratto da “il buon seme”


0 Commenti | Letto 1.157 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...