Jackpot, Jackpot, Jackpot…

jackpotJackpot, Jackpot, Jackpot…

…in questo periodo non si è parlato d’altro!! E più saliva il montepremi più la gente ne faceva argomento di discussione, di immaginazione e di scommesse: se vincessi 100 milioni di euro farei questo o comprerei quell’altro, andrei in viaggio in tal posto o darei tanto in beneficenza, tanto ai miei parenti ecc.

Tutti quanti a fantasticare su come sarebbe “bella” una nuova vita da milionari. E allora di corsa da quello che un tempo si chiamava il “bancolotto” a giocare schedine, a sviluppare sistemi, a dividere quote, a studiare le statistiche, i ritardatari, le frequenze, le probabilità di uscita di ogni singolo numero.

Tempo e soldi impiegati per fare altri soldi. Tutti con lo stesso pensiero: investire risorse fisiche, mentali ed economiche “tentando la fortuna” per azzeccare questa “benedetta” sestina vincente.
Per raggiungere lo scopo c’è chi si è affidato ai propri “numeri fortunati”, chi ha smorfiato gli eventi, chi si è affidato ai sogni o peggio ai maghi, chi addirittura ha pregato per ottenere la fortuna….

Insomma una situazione caotica e triste che non ha fatto altro che evidenziare che l’uomo non usa il denaro per vivere ma vive per il denaro…

E Dio come la pensa?

Egli, attraverso la Sua Parola, la Bibbia, è molto chiaro: “Nessuno può servire due padroni; perché odierà l’uno e amerà l’altro, o avrà riguardo per uno e disprezzo per l’altro. Voi non potete servire Dio e Mammona* ” (Vangelo di Matteo 6:24)

Piuttosto ci invita a ricercare ciò che conta veramente: “Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano” (Vangelo di Matteo 6:19-20) .

A non diventare schiavi delle ricchezze:
La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro; siate contenti delle cose che avete; perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò»” (Epistola agli Ebrei 13:5).

Per evitare le brutte conseguenze di questa dipendenza:
Infatti l’amore del denaro è radice di ogni specie di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si sono procurati molti dolori” (1 Lettera a Timoteo 6:10).

Caro lettore, ti invitiamo a riflettere su questa frase di Gesù che dice: “dov’è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore” (Vangelo di Matteo 6:21).

A quale tesoro è rivolto il tuo cuore?

* Mammona in aramaico vuol dire ricchezza, qui personificata come una divinità.


1 Commenti | Letto 2.254 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...