Abbiamo forse dimenticato Dio?

Abbiamo forse dimenticato Dio?

“Senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano”.

Ebrei 11:6

Perché la vita ci sembra così difficile, come un combattimento mai concluso, qualche volta senza via d’uscita? Perché non realizziamo la pace del cuore, la gioia profonda, il vero amore? Perché tante delusioni, tanta solitudine? Perché tanta sensazione di vuoto?
Forse perché abbiamo dimenticato l’essenziale.

E questa dimenticanza fa sì che, spesso, una vita pur agiata si accompagni ad un’esistenza tanto triste. Abbiamo dimenticato Dio! Egli dovrebbe avere il primo posto, anche nei nostri pensieri.

Dal momento che Dio esiste e noi siamo le sue creature non è forse importante, persino vitale, ascoltarlo, parlargli? Questa riflessione s’impone a tutti noi e ci costringe ad una scelta.

Ma chi è Dio? Come conoscerlo?
Il creato parla di Lui, se abbiamo occhi per vedere e un cuore onesto. Ma Egli è anche il Dio salvatore che si è rivelato all’uomo mandando il Suo Figlio Gesù, chiamato anche l’Emmanuele, “Dio con noi”.

Che attenzione ha prestato l’umanità a questa manifestazione di Dio fra gli uomini?
Gesù Cristo è stato condannato ingiustamente a inchiodato ad una croce!

Una dimenticanza? No, molto peggio; è il rifiuto dichiarato del Figlio di Dio, del dono dell’amore del Padre per tutti gli uomini.

Forse anche tu, nella vita convulsa di questi tempi, hai dimenticato Dio. Ma se ti rivolgi a Lui dicendoGli il tuo desiderio di conoscerlo, Egli ti risponderà e ti farà conoscere la “grande salvezza” (Ebrei 2:3) di cui vuole farti dono per la fede in Gesù Cristo.

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 937 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...