Oggi, ancora un giorno di grazia

“La nostra cittadinanza è nei cieli, da dove aspettiamo anche il Salvatore”.
Filippesi 3:20

L’attentato alle torri gemelle di New York ha colpito profondamente ciascuno di noi e ha scatenato nelle persone le reazioni e le valutazioni più diverse.

In presenza di un evento così grave, non sono pochi i credenti che pensano che sia imminente la realizzazione di una verità biblica di cui non si parla molto: il rapimento dalla terra dei credenti da parte del Signore.

Non sappiamo con precisione quando questo fatto miracoloso avverrà, ma sappiamo che sarà preceduto da una malvagità crescente (leggere 2 Timoteo 3:1-5); ed è per questo che, indipendentemente dai fatti più o meno clamorosi che potranno ancora succedere (e succederanno), il momento sembra vicino.

Il versetto di sopra ci ricorda il ritorno del Signore, e l’apostolo Paolo nella prima lettera ai Tessalonicesi cap 4 versetti 13-18, ci spiega come avverrà. Il Signore stesso, con un ordine, con la voce d’arcangelo, con la tromba di Dio, scenderà dal cielo e resusciterà coloro che sono morti avendo fede in Cristo; poi i credenti viventi saranno rapiti insieme a loro sulle nuvole per incontrare il Signore nell’aria e per essere sempre con Lui.

Per i credenti, essere in cielo con il Signore, sarà la gioia più assoluta, ma per coloro che non hanno accettato il Signore come proprio Salvatore sarà l’inizio di grandi dolori. Infatti, sulla terra si abbatteranno ogni giorno dei castighi terribili, ben peggiori dell’attentato alle torri gemelle.

Da quel giorno, Dio ha continuato a dare all’uomo la possibilità di salvezza; e anche oggi, nella Sua grazia, permette che ci siano sulla terra dei credenti che parlano ancora agli uomini del Suo amore; ma dopo il rapimento dei credenti quest’opportunità non ci sarà più!

Non aspettare i giorni in cui sulla terra non ci saranno più credenti; metti oggi la tua vita nelle mani del Signore ed entra a far parte di coloro che lo aspettano dal cielo.

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.011 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...