Essere fermi di fronte all’immoralità

“Questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che vi asteniate dalla fornicazione…Infatti Dio ci ha chiamati non a impurità, ma a santificazione”
1 Tessalonicesi 4:3,7

“Come potrà il giovane rendere pura la sua via? Badando ad essa mediante la tua parola”
Salmo 119:9

E’ importante che i principi divini siano ricordati chiaramente, in un’epoca in cui anche i credenti corrono il rischio di  perdere i loro punti di riferimento.

La Bibbia è molto esplicita: “Astenetevi dalla fornicazione” (il rapporto sessuale fuori dal matrimonio) (1 Corinzi 6.18). “Come si addice ai santi (coloro che appartengono a Dio), né fornicazione, nè impurità, né avarizia, sia pure nominata tra di voi” (Efesini 5.3). Il lassismo in campo sessuale è una chiara disubbidienza a Dio.

L’immoralità trascina con sé molti disordini e sofferenze. Quelli che commettono tali cose ricevono la giusta sentenza di Dio (Romani 1:32).

Dio vuole la felicità della sua creatura. Ha previsto un ordine nel suo creato, fin dall’inizio. e’ Lui che ha istituito il matrimonio: “l’uomo… si unirà a sua moglie, e saranno una stessa carne” (Genesi 2:24). Adamo ed Eva, un uomo e una donna, una coppia, formata dalle mani di Dio, diversi e complementari.

Certe persone, che si abbandonano alle loro passioni, non vogliono tenere conto dei ruoli fissati da Dio. Credendosi libere, sono schiave dell’immoralità, perché si è schiavi di colui da cui si è vinti. Volendosi svincolare dalle regole morali divine, come potrebbe l’uomo essere felice e conoscere la vera libertà?

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 944 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...