L’Avarizia

L’Avarizia

“Infatti l’amore del denaro è radice di ogni specie di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si sono procurati molti dolori.”

1 Timoteo 6:10

Se alla chiusura dei libri contabili della nostra vita ci deve essere registrato un attivo allora è necessario che risulti qualcosa in più del solo danaro.

L’amore per il danaro corrode il cuore dell’uomo, guastandone la felicità e mettendolo in guerra contro il suo simile.

La schiavitù, la sofferenza, la miseria e la morte che accompagnano questa piaga del genere umano sono frutto dell’avarizia, radice di tutti i mali.

Essere ricchi non è peccato. Se avete ottenuto onestamente le vostre ricchezze, Dio vi considera amministratori di ciò che Egli vi ha dato.

Ma se esse hanno soffocato la vostra vita spirituale, allora sono divenute peccato.

In questa condizione, agli occhi di Dio voi siete divenuti poveri.

Se avete scarpe, se indossate degli abiti ed avete del cibo voi potete considerarvi ricchi. Per questo motivo il peccato d’avarizia è uno dei più grandi peccati e probabilmente oggi il maggiore intoppo nel cammino verso il regno di Dio.

Molte persone dicono che il peccato d’avarizia è incurabile e che non c’è salvezza da esso.

Pur riconoscendo che Gesù ha avvertito che «è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio» (Matteo 19:24).

Chi è colpevole di questo peccato può tuttavia salvarsi andando al Signore Gesù con fede.

Caro Lettore /cara Lettrice, hai fatto questo passo di fede importante per la tua vita? Te lo auguriamo.

R.R.



0 Commenti | Letto 1.109 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...