La prova della fede

La prova della fede

“Per fede Abraamo, quando fu messo alla prova, offrì Isacco; egli, che aveva ricevuto la promessa, offrì il suo unigenito… Era persuaso che Dio è potente da risuscitare anche i morti”.

Ebrei 11:17, 19

Vi sono situazioni così drammatiche che sembra che Dio agisca in modo non conforme al suo amore.

La vita di Abraamo ne fornisce l’esempio più tipico. Dio gli aveva fatto delle promesse che dovevano compiersi nei discendenti del suo unico figlio, Isacco, e poi chiese ad Abraamo di offrirlo in sacrificio!

Ma Abraamo aveva più fiducia nella parola di Dio che nella vita d’Isacco. Egli sapeva che Dio non viene meno alle sue promesse e che, se Isacco fosse stato sacrificato, Dio lo avrebbe senz’altro risuscitato.

Abraamo contava sulla parola di Dio e non fu deluso. Dio non permise che Isacco morisse; alla fine, dietro suo ordine, un capro venne sacrificato al suo posto.

Niente può far cambiare il nostro Dio. Se ci ha salvati per mezzo del suo Figlio Gesù Cristo, se ha fatto di noi credenti dei figli suoi, vuole continuare a manifestare il suo amore.

Egli sa che sulla terra attraversiamo spesso circostanze difficili, e interviene per fortificare la fede, infondere coraggio, dare la sua pace, e insegnarci a guardare non alle cose presenti, che sono solo per un tempo, ma alla gloria futura che non finirà mai.

Egli ha detto: “Io non ti lascerò e non ti abbandonerò” (Ebrei 13:5). Il Signore Gesù ha sofferto molto sulla terra e per questo può capire e consolare coloro che soffrono.

tratto da il “buon seme”



0 Commenti | Letto 937 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...