Uno sguardo al cielo

Uno sguardo al cielo

Gesù disse: “Quando sentite soffiare lo scirocco, dite: ‘Farà caldo’; e cos’ è. Ipocriti, l’aspetto della terra e del cielo sapete riconoscerlo; come mai non sapete riconoscere questo tempo?”

Luca 12:55-56

Uno sguardo al cielo… con queste parole spesso i tg e i giornali annunciano il bollettino metereologico, che ci indica, con una certa precisione, il tempo che farà nei prossimi giorni. Oggi le previsioni metereologiche sono abbastanza affidabili e ci permettono di prevedere e prevenire le perturbazioni climatiche pericolose.

“L’aspetto del cielo sapete riconoscerlo”, diceva Gesù  duemila anni fa. Questa frase oggi è più vera di allora e comporta una maggiore responsabilità da parte di tutti.

Ma cosa aggiunse il  Signore poi? “Come mai non sapete riconoscere questo tempo?”.
Tutti ci rendiamo conto che il male dilaga, ma chi può avvertirci di ciò che minaccia il mondo e personalmente ciascuno di noi? Forse i discorsi sui programmi politici? Oppure i “futurologi” che inventano previsioni di ogni genere?

No, noi dobbiamo guardare in alto, al di sopra dei cieli che vediamo; dobbiamo ascoltare il messaggio di Colui che abita nel cielo, la voce di Dio creatore dei cieli e della terra.

La Sua Parola, la Bibbia, ci rivela ciò che Egli è, ciò che noi siamo, dove andremo e ciò che ha preparato si aper quelli che credono in Gesù Cristo sia per quelli che lo rifiutano.

E’ fondamentale, urgente, ascoltare gli avvertimenti di Colui che conosce ogni cosa in anticipo. Prendiamolo sul serio!

Dio nel suo amore parla all’uomo, annunciando in Cristo “la grazia di Dio, salvifica per tutti gli uomini” (Tito 2:11), e avvertendo che chi non crede dovrà subire i giudizi che stanno per venire.

Caro lettore/ cara lettrice,
hai accettato tu questa grazia che salvifica?



0 Commenti | Letto 1.585 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...