Sia luce

“Il popolo che camminava nelle tenebre, vede una grande luce”.
Isaia 9:1

(Gesù disse:) “Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita”.
Giovanni 8:12

“Sia la luce” (Genesi 1:3) è il primo atto, la prima parola di Dio su una terra immersa nell’oscurità; e la luce inizia a splendere. Senza luce, nessuna forma di vita è possibile. Dio separa il giorno dalla notte. E’ il primo giorno della creazione.

Molti secoli dopo, la luce si è “incarnata” nella persona di quel santo bambino nato nella mangiatoia di Betlem. Egli era Emmanuele, cioè Dio con noi. Era la parola creatrice: “In lei era la vita, e la vita era la luce degli uomini. La luce splende nelle tenebre… La vera luce che illumina ogni uomo stava venendo nel mondo” (Giovanni 1:4,5,9).

Questa luce è “diventata carne” (v. 14), si è manifestata in grazia e verità, ha preso un corpo. La nascita di Gesù Cristo è il secondo grande giorno luminoso dell’umanità.
Il terzo grande giorno è quello della grande vittoria di Gesù Cristo sulla morte, sul peccato e sulle forze del male, alla croce, dopo le tre ore più oscure della storia del mondo, durante le quali Egli ha preso su di sé il peccato dell’uomo colpevole e ne ha subito il castigo da parte di Dio (Matteo 25:45).

Ma la luce ha brillato di nuovo al suo grido di vittoria: “E’ compiuto” (Giovanni 19:30).
Tre giorni dopo, c’è il mattino glorioso della resurrezione, in cui la tomba è aperta e vuota. Gesù è risorto! Egli è la luce spirituale per chi crede, “luce che spunta e va sempre più splendendo, finché sia giorno pieno” (Proverbi 4:18).

Caro/a lettore/lettrice, hai fatto di Gesù Cristo la tua luce e il tuo Salvatore?

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.319 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...