Parole obsolete

Parole obsolete

“I riscattati dal SIGNORE otterranno gioia e letizia, il dolore e il gemito scompariranno”.

Isaia 35:10

Obsoleto: “Non più in uso, passato di moda”. Ecco la definzione che troviamo nel dizionario per questo termine.

Le parole obsolete sono quelle che si usavano un tempo, ma che ora sono superate e non più attuali. Esse si possono ancora trovare nei dizionari perché sono state usate nella letteratura classica dei tempi passati. Sono incluse affinché il loro significato possa essere compreso da coloro che leggono libri degli anni passati.

Obsoleto! Quanti termini di uso corrente saranno superati durante quel glorioso ed eterno giorno che ben presto sorgerà per i credenti. La felicità di quel giorno è descritta con la dichiarazione che certe parole, che comprendiamo bene mentre attraversiamo periodi di prova, saranno allora obsolete!

“Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima son passate” (Apocalisse 21:4).

“Lacrime” — obsoleto!
“Morte” — obsoleto!
“Cordoglio” — obsoleto!
“Grido” — obsoleto!
“Dolore” — obsoleto!

Tutte queste parole non saranno più in uso quando saremo nel riposo della casa del Padre. “Gioia e letizia” saranno la nostra parte, e “il dolore e il gemito scompariranno”.

Con le sue cure amorevoli Dio allontanerà per sempre ogni nostro dolore.

Coraggio, cari credenti; tutte le prove che possiamo incontrare in questo mondo saranno “passate”; “la sera ci accompagna il pianto; ma la mattina viene la gioia” (Salmo 30:5).
E quella sarà una mattina “senza nuvole”.

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 2.297 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...