Il Dio vivente

Conoscere il Dio vivente, ecco il cristianesimo! Questa conoscenza comincia con un incontro personale con Gesù Cristo, “il Figlio del Dio vivente” (Matteo 16:16).

Quelli che gli credono ricevono allora dal Padre una vita nuova tramite Cristo (Giovanni 6:57). Tutto il loro comportamento cambia, perché lo Spirito del Dio vivente agisce in loro. Possono andare avanti senza lasciarsi scuotere dalle prove, perché hanno messo la loro speranza nel “Dio vivente” (1 Timoteo 4:10).

Queste citazioni che riguardano il “Dio vivente” non sono che affioramenti di un ricco filone di benedizioni che tutta la Bibbia rivela. Non soltanto Dio esiste, ma vive con una potenza irresistibile. Questa vita prende la forma di una relazione amorevole e arricchente con quelli che vengono a lui per mezzo della fede. Quando questa relazione è vissuta, non c’è posto per il formalismo.

Leggete il libro degli Atti e constaterete la realtà del Dio vivente. Vedrete uomini e donne che credono in quel Dio che agisce nel fondo della condizione umana: li troverete nelle prigioni, nei tribunali, o nell’intimità dei credenti riuniti attorno a Gesù, il Signore.

Considerate come Dio risponde alla preghiera, attira al Salvatore gli uomini più duri, conduce i suoi messaggeri verso popoli e paesi lontani ai quali forse non avevano nemmeno pensato. C’è da stupirsi se i primi cristiani hanno sempre pregato non in termini vaghi, o ripetendo delle formule, ma presentando delle domande precise e dei ringraziamenti spontanei?

Per loro come per noi, Dio è reale, è il Dio vivente.

L’Eterno è il vero Dio, egli è il Dio vivente, e il re eterno.
Geremia 10:10

Vi siete convertiti dagli idoli a Dio per servire il Dio vivente e vero.
1 Tessalonicesi 1:9

tratto da “il Buon seme”



0 Commenti | Letto 1.563 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...