Il 1° comandamento: Un solo Dio

tavole legge“Io sono l’Eterno, il tuo Dio, che ti ha fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dèi oltre me”.
Esodo 20:2,3
“Fuori di me non c’è altro Dio, Dio giusto, e non c’è Salvatore fuori di me. Volgetevi a me e siate salvati”.
Isaia 45:21-22
A chi Dio indirizza questo comandamento? Al suo popolo, gli Ebrei, che alcuni secoli prima, per sfuggire alla carestia, si erano rifugiati in Egitto. Là erano diventati schiavi e avevano dovuto lavorare duramente per la costruzione delle città della valle del Nilo.
Ma Dio aveva visto le sofferenze del suo popolo e lo aveva liberato in modo straordinario, come racconta il libro dell’Esodo. Liberato e sotto la guida di Mosè, quel popolo aveva intrapreso un lungo viaggio verso il paese che Dio gli aveva destinato. E’ al principio di quel viaggio che Dio parla loro.
Dio, l’onnipotente, ricorda al popolo la potenza con cui lo aveva liberato. Egli ama il suo popolo e desidera avere il primo posto in ogni cuore. E’ un Dio vivente che vuole stringere delle relazioni vive e vere col suo popolo, in totale contrasto con la cultura egiziana, impregnata di molte deità, nelle quale gli Ebrei erano rimasti immersi.
Oggi, il popolo di Dio è l’insieme di coloro che hanno creduto in Gesù Cristo. La morte e la risurrezione di Gesù, Figlio di Dio, sono stati il mezzo straordinario per liberare dalla schiavitù del peccato tutti quelli che hanno messo la loro fiducia in Lui.
Il peccato è una vera schiavitù alla quale nessuno sfugge.

Dio vuole che ciascuno di noi volga il proprio cuore a Lui; la qualità della nostra relazione con Dio dipende da questo.

Caro lettore / cara  lettrice, che posto ha Dio nella tua vita?
tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.656 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...