Ho creduto, per questo ho parlato

Ho creduto, per questo ho parlato

“Noi non facciamo bene; questo è giorno di buone notizie, e noi tacciamo! Se aspettiamo finché si faccia giorno, saremo considerati colpevoli”. (2 Re 7:9)

“Dall’abbondanza del cuore la bocca parla”. (Matteo 12:34)

“Ho creduto, per questo ho parlato”. (2 Corinzi 4:13)

Sovente siamo poco comunicativi; ci teniamo dentro i nostri sentimenti e le nostre sensazioni, e non osiamo comunicarli agli altri.

Si direbbe che spesso ci vergognamo di parlare di Dio, di Gesù, del Vangelo, della vita eterna, del ritorno di Cristo, in presenza di altri che pensiamo essere poco disponibili ad ascoltare.

Quante occasioni perdiamo per essere utili ad altri! Spesso basterebbe solo una parola detta a proposito per fare del bene a quelli che ne hanno bisogno.

Ma se, superato con l’aiuto del Signore questo ritegno, le cose che ci diciamo partono dal cuore, saremo stupiti dall’eco che susciteranno.

Quello che parte dal cuore va al cuore, e nessuno sospetterà della nostra sincerità.

Chiediamo a Dio di darci maggior coraggio per osare dire umilmente, semplicemente, quello che direbbe Gesù.

Farà bene sia a noi che agli altri.

E’ spiacevole che, tra cristiani, ci sia questo senso di vergogna quando si tratta di condividere quello che abbiamo di più prezioso.

Alla luce tua che rispende in noi
camminiamo in pace perché siamo tuoi.
E dicendo al mondo ciò che hai fatto Tu
confessiamo il nome del Signor Gesù.

tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.437 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...