Dio non è lontano da ciascuno di noi

“Egli ha tratto da uno solo tutte le nazioni… affinché cerchino Dio, se mai giungano a trovarlo, come a tastoni, benché egli non sia lontano da ciascuno di noi”.
Atti 17:26-28

Quando m’infilo nei meandri della metropolitana, vedendo tanti volti diversi, mi chiedo: che cosa hanno in comune tutti questi uomini e queste donne che incontro sulla mia strada? E penso a quella frase della Bibbia: “Egli (Dio) non è lontano da ciascuno di noi”.

Lettore, sai che Dio non è lontano da te? Di tutti quelli che ci stanno intorno, è Lui il più vicino. E non solo questo; noi tutti dipendiamo da Lui, perché non potremmo né respirare né tenerci in piedi se Lui non ci desse la forza.

Gli antichi Ateniesi non conoscevano il vero Dio, per quanto fosse così vicino. Però gli avevano dedicato un altare con quest’iscrizione “Al dio sconosciuto”.

Anche ai nostri giorni molti ignorano tutto di Dio, perché noi esseri umani abbiamo come un velo che c’impedisce di conoscerlo: è la nostra incredulità e il nostro peccato.


Ma quando riconosciamo sinceramente le nostre colpe, e ci volgiamo con fiducia verso di Lui, il velo si dilegua e poi scompare del tutto quando Gesù ci appare come l’inviato di Dio fra gli uomini, per liberarli dai loro peccati.

Sulla base del Suo sacrificio, Gesù Cristo ci tende la mano, lui, l’unico mediatore fra Dio e gli uomini.

Egli è venuto vicinissimo a noi per rivelarci che Dio non è un Dio lontano, ma un Padre amorevole che perdona e accoglie chi va da lui con umiltà e fiducia.


tratto da “il buon seme”



0 Commenti | Letto 1.146 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...