Dimorare in Dio

“Dimorate in me, e io dimorerò in voi. Come il tralcio non può da sé dar frutto se non rimane nella vite, così neppure voi, se non dimorate in me”.

Giovanni 15:4

La Bibbia ci insegna che il credente è paragonabile ad un tralcio. Non ha alcun valore, se non è innestato nella vite: così solo porta frutto. Allo stesso modo, il credente non può fare a meno di dipendere da Cristo.

Gesù stesso dice: “Io sono la vite, voi siete i tralci. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla”. (Giovanni 15:5)

Il tralcio prende la linfa vitale dalla vite e non può vivere indipendentemente da essa. Lo stesso apostolo Paolo parlava della sua dipendenza dal Signore, quando diceva: “Io posso ogni cosa in Colui che mi fortifica” (Filippesi 4:13).

Il tralcio non ha vite in sé. Una volta che è stavvato dalla vite, si secca e muore. Allo stesso modo, se staccati da Cristo, la nostra vita spirituale si secca e muore. E’ Cristo che conferisce alla nostra vita il suo vigore. Infatti Gesù ci ha detto: “Io sono venuto perché abbiano vita e l’abbiano in abbondanza” (Giovanni 10:10).

Rimaniamo dunque innestati in Cristo! Prendiamo da Lui la forza e nutrimento per andare avanti e per restare in piedi nel giorno delle avversità. Dimoriamo in Lui e porteremo frutto per la gloria di Dio!

tratto da “parole di vita”



1 Commenti | Letto 2.135 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...