Come liberarsi dall’ipocrisia?

La parola “ipocrita” deriva da un termine greco che indicava gli attori in teatro. L’ipocrisia è “il vizio che consiste nel travestire il proprio vero carattere, nel fingere opinioni, sentimenti e specialmente virtù che non si possiedono” (da un dizionario).

A volte i cristiani sono accusati di essere ipocriti. Alle volte è un pretesto per rifiutare l’evangelo. Ma il Signore Gesù ha censurato severamente l’ipocrisia; noi, che crediamo in lui, lasciamoci dunque interrogare per esserne preservati.

1.  Che cosa guarda Dio nelle nostre vite? Le pratiche religiose, l’apparenza di moralità? No, Dio guarda nell’intimo, nel profondo del nostro cuore. “L’Eterno non bada a ciò che colpisce lo sguardo dell’uomo: l’uomo guarda all’apparenza, ma l’Eterno guarda al cuore” (1 Samuele 16:7).

2.  Che cos’è la fede cristiana? Non è un insieme di regole da seguire, né di riti da praticare, ma la fiducia in Dio che perdona chi riconosce le proprie colpe davanti a lui. Dio gli dà una vita nuova e la potenza del suo Spirito. Allora la fede cristiana produce delle opere che la-dimostrano (Giacomo 2:17-18). Altrimenti, essa è senza valore.

3.   Come essere liberati dall’ipocrisia? Tentando noi stessi di analizzare le nostre motivazioni? È un pozzo senza fondo! Per progredire, occorre confidarci in Gesù, chiedergli di investigarci (Salmo 139:23-24), di illuminarci con la sua Parola e di darci la forza morale per mettere in pratica quello che sappiamo essere vero. Per la sua gloria e per la nostra felicità!

“Tu desideri che la verità risieda nell’intimo: insegnami dunque la sapienza nel segreto del cuore.”
Salmo 51:6
“Seguendo la verità nell’amore, cresciamo in ogni cosa verso colui che è il capo, cioè Cristo.”
Efesini 4:15



0 Commenti | Letto 1.116 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...