Di quale Dio si tratta?

“Se Dio esistesse, mia madre non sarebbe morta di cancro!”

Questa frase di una collega mi ha fatto riflettere.
Immagino il suo dolore di fronte alla mamma malata, la sua speranza in un Dio potente che avrebbe potuto farla guarire, e poi il suo lutto, il suo rammarico, i suoi dubbi sull’esistenza stessa di Dio.

Noi vorremmo che Dio si prestasse ai nostri progetti, che si piegasse alla nostra volontà e ai nostri desideri: in altri termini, vorremmo un Dio “al nostro servizio”! Ma quel Dio non esiste.

La Bibbia ci parla di un Dio che compie non la nostra volontà, ma la Sua, con l’unico scopo di dare a ciascuno di noi l’accesso alla vita eterna, cioè a un’eternità di felicità.
Tutte le circostanze della nostra vita, piacevoli o dolorose, sono al servizio del progetto che Egli ha per ciascuno di noi; non sono mai il frutto del caso, ma sono sottoposte alla volontà di Dio che ama le Sue creature e desidera che esse si volgano verso di Lui.

Invece di rimuovere Dio dalla nostra vita con amarezza, impariamo a vedere, in tutto ciò che ci capita, la Sua mano che desidera attirarci a Sé.

È l’amore di Dio che ci spinge ad avere una fiducia senza limiti in Lui. Dio “ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna” (Giovanni 3:16).

Lettore, se tu preghi quell’unico “Dio giusto” e “Salvatore” (Isaia 45:21), non sarai mai deluso.

“Chi mai dice una cosa che si avveri, se il Signore non l’ha comandato?”
Lamentazioni 3:37
“Sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio”.
Romani 8:28

tratto da “il buon  seme”



0 Commenti | Letto 124 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...