Da dove viene il male?

“Per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte… Per la disubbidienza di un solo uomo i molti sono stati resi peccatori”.
Romani 5:12,19

“O Dio, crea in me un cuore puro e rinnova dentro di me uno spirito ben saldo”.
Salmo 51:10

La Bibbia ci insegna che cos’è il male. Essa ne descrive le caratteristiche, lo constata, lo denuncia in tutta la sua bruttura perché ne abbiamo orrore.
La storia che essa racconta sull’umanità è buia e triste proprio a causa del male, del peccato.

Per il nostro bene, Dio ha voluto che ci rendessimo conto della miseria nella quale siamo caduti. Le narrazioni bibliche, benché scritte con sobrietà e ritegno, ci mostrano la malvagità del cuore dell’uomo.

La Bibbia ci dice che il male ha avuto origine in un angelo ribelle, Satana. Poi aggiunge che il male è un elemento introdotto nell’uomo dalla disubbidienza iniziale a Dio, e che si trasmette dal padre in figlio perché, a partire da Adamo, fa parte della nostra condizione umana.
Questo è ciò che la Bibbia chiama “il peccato”, e le azioni che produce sono “i peccati”; ma non confonde l’istinto al male con le azioni; tiene i due concetti separati.

Gesù spiega chiaramente che dal cuore vengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, diffamazioni” (Matteo 15:19).

Ma la Bibbia non si ferma a questa constatazione. Essa ci presenta Gesù Cristo, colui che ha regolato la questione del peccato per mezzo del suo sacrificio espiatorio, e che dà a chiunque crede in Lui un cuore nuovo e puro.

“Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra, e vi darò un cuore di carne.”
Ezechiele 36:26

Lettore, lo hai creuto?

tratto da “il buon seme”


0 Commenti | Letto 1.147 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...