Sei stato ingannato

Il mio amico Mustapha è senegalese e la sua lingua di origine è il wolof, eppure per la legge della sua religione (Islam), è obbligato a leggere il Corano in arabo, anche se non lo capisce. La lettura della Bibbia tradotta in wolof, che lui potrebbe benissimo capire, gli viene vietata, anche perché gli hanno insegnato che è stata cambiata e non è più la Parola di Dio.

Questo è un po’ come sostenere che Dio non è così grande e potente da custodire la Sua Parola intatta per ogni uomo di ogni epoca. Contrariamente, però, Gesù più volte nella Bibbia dichiara: “Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno” (Mt. 24:35). Domandai a Mustapha: “Se io mi faccio musulmano dovrò leggere il Corano in arabo anche se non lo capisco?” - “Si!” rispose, “importante che credi!” - “Ma come posso credere qualcosa che non capisco?” gli dissi, “E poi” continuai, “perché Dio a me e a te ci deve parlare in una lingua che non capiamo? È forse Dio stupido?”

A quanto pare però, questo non è un problema che interessa solo i popoli musulmani, infatti in questi giorni verrà reintrodotta la messa in latino. In genere la gente non segue la messa in italiano, figuriamoci in latino! Per secoli la gente è stata tenuta nell’ignoranza: mentre da una parte vigeva l’obbligo di ascoltare la messa in latino, per cui la Parola di Dio era incomprensibile per i “non addetti ai lavori”, dall’altra invece, rischiava la scomunica chi violava il divieto di leggere la Bibbia in italiano. Giovanni Diodati che tradusse la Bibbia in italiano dovette scappare in Svizzera; Wycliffe, che la tradusse in inglese per gli inglesi, se era riuscito a sfuggire all’inquisizione da vivo, non ci riuscì però da morto, nel senso che, profanato il suo sepolcro, il suo corpo fu disseppellito e poi bruciato, e le sue ceneri buttate nel Tamigi. Allo stesso modo, stessa sorte toccò anche a Lutero, traduttore della Parola in tedesco, e a Calvino, che invece la tradusse in francese.

Tutto questo perché il diavolo sa molto bene che la Parola di Dio libera da ogni inganno, approfittatore, regole e tradizioni inutili. Ricordo che il giorno dell’arrivo a Ribera della statua della madonna di Fatima, vi fu un grande assembramento di popolo, che dovette sorbirsi, vista la solennità dell’evento, una incomprensibile, per quanto suggestiva, messa in latino. Domandai ad una vecchietta cosa significasse “Kiri eleison”,ma tristemente ella rispose che non ne aveva idea.
Feci la stessa domanda a due professori lì a fianco che ripetevano la stessa litania come pappagalli, ma nemmeno loro, ahimè, seppero darmi una risposta. “Solo i pazzi” dissi loro, “dicono delle cose, senza sapere cosa dicono, potrà Dio accettare delle cose da pazzi?!?”

Un mio amico prete andava in giro con il suo Messale sciupato per l’usura, ma non conosceva i versi biblici più fondamentali. Così pure due mormoni andavano fieri in giro con il libro di Mormon ben in vista e la Bibbia nascosta, come i Testimoni di “Geova” più impegnati nella vendita delle loro riviste. Tutti parlano di Gesù, e con la bocca considerano la Bibbia più importante, ma poi, nei fatti, Corano, Messale, libro di Mormon, riviste, libri dei veda… vengono tenuti ben più in alto della Bibbia.

Maometto, Madonne, Mormon, Buddah e fondatori di varie sette, vengono tutti quanti posti al centro del proprio culto, e al centro dei pensieri e delle azioni dei propri fedeli, mentre Gesù viene rilegato nella mangiatoia proprio come duemila anni fa, alla Sua nascita.

Sei stato ingannato! La Bibbia è la verità di Dio, il cibo e la luce dell’anima, in cui Dio, riferendosi a Gesù, vi ha inciso chiaramente la seguente verità eterna: In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati” (At. 4:12).
Non vi è altro mezzo, solo nella Bibbia vi è il grande tesoro, Gesù, se lo raccoglierai ti porterà sino in paradiso.

Leggi la Bibbia, medita, credi e vivrai eternamente con Dio.

nikscorsone.maranath@libero.it



1 Commenti | Letto 1.858 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (Nessun voto ancora, dai il primo tu!)
Caricamento ... Caricamento ...