Giovanni, l’ipotetica madre di Gesù

Giovanna aveva sofferto molto nella vita. Ancora giovanissima aveva perso tragicamente il marito e poi il figlio; non aveva più lacrime. Per sopportare questo grande dolore, vantava l’aiuto di Dio. Soffrendo con lei, la incoraggiammo a continuare a confidare in Gesù, il buon Pastore che può consolare completamente, sanare ogni ferita e riaccendere la gioia.

Ma religiosamente ci dichiarò il suo grande attaccamento alla Madonna, e nessuno poteva contraddirla, mentre di Gesù affermava: “Chissà se Gesù diceva la verità!? ” Incredibilmente la gente è stata portata ad avere un morboso attaccamento verso la madre di Gesù, una creatura, e non in Gesù, il Creatore.

La Parola di Dio in termini prioritari assoluti insegna che bisogna amare Dio e in secondo piano il prossimo, e nel nostro caso Maria. Un giorno chiedendo ad una signora se amasse di più Maria o Gesù, e considerato il fatto che la sua casa era piena di immagini di Maria e qualcuna del crocifisso nascosta dietro qualche porta, arrivò al punto di rispondere “Maria! “, ma poi ripresasi dalla sua esagerata devozione, disse: “Gesù!” Ma la sua casa continuerà a dimostrare il contrario. Come già detto l’amore verso Dio deve avere priorità assoluta su tutto e su tutti, questo è il primo comandamento con la promessa della vita eterna (Matteo 19:16/30), diversamente è solo idolatria.

Per Giovanna, la Madonna è l’assoluto, ma Colui che è morto in croce non è Maria ma Gesù, il Salvatore del mondo non è Maria ma Gesù. Con tutto il rispetto e l’amore che si deve avere per Maria, come ad ogni credente, essa non è altro che una donna scelta da Dio fra tante altre. “Giovanna, se Dio sceglieva te al posto di Maria per essere la madre di Gesù, come qualsiasi altra donna, potevamo venire da te per trovare grazia ed essere salvati?” Riconoscendo la sua debole umanità disse: “NO!” – “Avremmo fatto bene a farti un grande santuario a Lourdes, a Fatima… prostrarci davanti alle statue che ti rappresentano, per ricevere grazia invece di Gesù? ”

Giovanna diede la stessa risposta di prima. Tu cosa risponderesti? No! Maria non avrebbe potuto farci niente, anche lei è stata “favorita dalla grazia” (Luca 1:28), per come è tradotto in tutte le Bibbie, ad eccezione della cattolica romana, che ingiustamente per le proprie esigenze tradizionali traduce “piena di grazia”.

La Bibbia parla di uno solo che è immacolato, Gesù. Tutti gli altri per come è scritto, compresa Maria, sono peccatori (Romani 3:23).

Quindi solo da Gesù, unico immacolato, può scorrere la vita per i peccatori (Ebrei 9:14). Infatti Maria nel suo “magnificat” esclama: “…lo spirito mio esulta in Dio, mio Salvatore! ” (Luca 1:46-47). Non avrebbero senso queste parole in bocca di una persona immacolata. Anche io come peccatore salvato esulto in Dio, mio Salvatore.

Vuoi tu godere della stessa beatitudine?

Rivolgiti a Gesù, l’unico, vero Salvatore.
di Nicola Andrea Scorsone


0 Commenti | Letto 1.498 volte


 
PessimoMediocreSufficienteBuonoOttimo (1 voti finora, media di: 5,00 su 5)
Caricamento ... Caricamento ...